Ciaspolata a Gilliarey

Ciaspolata al belvedere di Gilliarey, sulla neve, nel cuore della Valtournenche.

Programma dell’escursione

Oratorio di Gilliarey sotto la neve - Foto di Gian Mario Navillod.
Oratorio di Gilliarey sotto la neve – Foto di Gian Mario Navillod.

Dal Villaggio di Etirol saliremo nel vallone del Petit-Monde fino a raggiungere il laghetto di presa della centrale idroelettrica di Torgnon. Proseguiremo sulla mulattiera per Gilliarey passando a monte dell’Alpe Comianaz poi attraverseremo il bosco di larici fino ad arrivare all’oratorio e al belvedere di Gilliarey.

Ci fermeremo per il pic-nic chiacchierando di Edward Whymper e di Amé Gorret e delle loro avventure sul Cervino e poi rientreremo per l’ora di cena alle auto.

Escursione lunga circa 8 chilometri con 600 metri di dislivello in salita ed altrettanti in discesa da percorrere in circa 4 ore di passeggiata lenta e tranquilla.

Tempo effettivo di cammino (teorico) 3h15.

Difficoltà: escursionistica. Sono presenti alcuni tratti leggermente esposti e brevi tratti di sentiero ripido. Il rischio di caduta massi è basso.

In più, per chi lo desidera e senza costi aggiuntivi

Tracceremo un piccolo labirinto nella neve ricordando il Grande Labirinto di Chartres.

Date

Quote di partecipazione

  • 18 € TARIFFA INTERA;
  • 12 € TARIFFA RIDOTTA: possessori di buoni sconto offerti dagli esercizi convenzionati, tesserati A.S.D. SPORT ANTEY, soci CAI, affiliati alle associazioni convenzionate;
  • 6 € bambini e ragazzi fino a 18 anni accompagnati da un adulto garante e responsabile;
  • Gratuità prevista per gli Aspiranti GAE e le Guide AIGAE.

La quota di partecipazione comprende

  • le spese di progettazione ed organizzazione,
  • l’assistenza della Guida Ambientale Escursionistica,
  • l’iscrizione all’A.S.D. SPORT ANTEY,
  • l’assicurazione infortuni compresa nella tessera d’iscrizione dell’A.S.D. SPORT ANTEY,
  • il minicorso “Come tracciare un piccolo labirinto nella neve ricordando il Grande Labirinto di Chartres.”

La quota di partecipazione non comprende

  • il viaggio fino alla partenza del sentiero a Etirol di Torgnon,
  • il pranzo al sacco,
  • tutto quanto non espressamente indicato.

  • In verde l’escursione da Etirol a Gilliarey
  • In rosso il rientro facoltativo

(Click sul + a destra della carta per visualizzare separatamente gli itinerari o le curve di livello)

Informazioni pratiche

  • Ritrovo all’Ufficio Informazioni turistiche di Antey alle 9:40 precise;
  • Partenza dal piazzale del villaggio di Etirol alle ore 10.00.

Prenotazione obbligatoria

Prenotazione obbligatoria entro le ore 18:30 del giorno precedente l’escursione (tel. +39 370 100 35 18 oppure info@navillod.it).

L’escursione verrà annullata, con avviso tempestivo alle persone che avessero prenotato, nel caso non si raggiunga il numero minimo di 4 partecipanti (max 8 per ogni guida).

Come arrivare

Difficoltà & pericoli

 Qualche numero

  • 1h10 tempo di cammino totale (teorico),
  • ↑600 m 1h45 Dislivello in salita e tempo di cammino teorico in salita,
  • ↓600 m 1h30 Dislivello in discesa e tempo di cammino teorico in discesa.
  • 1590 m quota di partenza,
  • 2174 m quota d’arrivo.

Equipaggiamento obbligatorio

  1. ciaspole (racchette da neve) e bastoncini,
  2. scarponi o scarponcini da escursionismo,
  3. giacca impermeabile, pile e maglietta traspirante,
  4. calzoni lunghi, copricapo e guanti,
  5. almeno un litro e mezzo di bevande non alcooliche,
  6. crema protettiva e occhiali da sole,
  7. zaino con generi di conforto e il pranzo al sacco.

Equipaggiamento consigliato

  1. macchina fotografica,
  2. pila o frontalino,
  3. thermos con una bevanda calda.

 Condizioni (vedi anche le FAQ)

  • L’itinerario potrà variare in relazione alle condizioni meteorologiche ed ambientali ed in ragioni delle condizioni psicofisiche dei partecipanti.
  • Va segnalato alla guida prima della partenza, anche in forma riservata, ogni fatto o condizione che possa influire sulla sicurezza del gruppo ed in particolare: allergie (ai pollini, alle punture di insetto, ….), fobie (paura del vuoto, della folla, dei cani, del buio, …) e patologie che possano limitare il movimento.
  • La guida si riserva di escludere, prime della partenza e della raccolta delle quote, chi ritenesse non idoneo per condizioni psicofisiche o di equipaggiamento.
  • In caso di motivata esclusione non sono previsti rimborsi di viaggio e di nessun altro tipo, se non l’eventuale quota di partecipazione versata, anticipi compresi.
  • In caso di rinuncia all’escursione si prega di avvertire il più presto possibile.
  • I partecipanti sono tenuti a seguire le direttive dell’accompagnatore e a non abbandonare il gruppo o il sentiero senza autorizzazione.

Sotto il belvedere di Gilliarey si trova il villaggio fantasma di Levaz, uno dei pochi villaggi in Valle d’Aosta dove si vedono ancora i tetti coperti con assi di legno di larice.